William Guzman e Ainara Elbusto Arteaga sbaragliano la concorrenza e vincono il primo Red Hook Crit di Londra

Pubblicato: 2 weeks, 1 day ago | Autore: R* Q | Archiviato come: Rockstar


I vincitori del Red Hook Crit 2015 di Londra, Ainara Elbusto Arteaga e William Guzman, sul podio. [Foto: Francesco Rachello ed Eloise Mavian]

Migliaia di spettatori si sono dati appuntamento sotto il sole di Londra per assistere a una gara ciclistica all'insegna della velocità e del brivido, la Red Hook Crit, al suo debutto nel Regno Unito, fuori dalla O2 Arena nella Penisola di Greenwich, a Londra. Congratulazioni a William Guzman e Ainara Elbusto Arteaga per le loro rispettive vittorie nelle finali di categoria maschile e femminile. Il circuito, lungo 1.1 km, era particolarmente arduo, e richiedeva notevole agilità per affrontare una serie di curve tecniche e una grande potenza per distaccare gli avversari lungo i rettilinei ventosi.

Video realizzato in gara da Neil Bezdek durante la prima Red Hook Crit a Londra #redhookcrit #rhcl1

Pubblicato da Red Hook Criterium domenica 12 luglio 2015

Nella gara femminile, il premio del primo giro* è andato a una ciclista di casa, l'inglese Jo Smith, che ha preso il comando staccando la prima in classifica, la spagnola Ainara Elbusto Arteaga. Una serie di attacchi sul rettilineo opposto all'arrivo ha mantenuto la tensione sempre alta, e proprio un attacco sulla linea di arrivo da parte di Kacey Manderfield Lloyd le ha permesso di distanziarsi da tutte le altre concorrenti, a parte la Arteaga. È stato il prosieguo di un'accesa rivalità iniziata a Brooklyn e che ha caratterizzato questa gara inaugurale. Dopo alcuni giri, altre quattro atlete hanno colmato il divario creato da Lloyd e Arteaga: Ash Duban, Sammi Runnels, Fleur Faure e Jo Celso. Arteaga, Runnels, Duban e Lloyd hanno spinto di più, mentre Faure e Celso si sono viste poco avanti, almeno fino agli ultimi 6 giri, quando Faure ha dato inizio a una serie di attacchi che le è valsa il Rockstar Games Award per la Migliore Antagonista, a testimonianza della sua aggressività e della sua determinazione nel corso della gara. La corsa è terminata con un incredibile sprint finale della Lloyd negli ultimi 100 metri, che ha costretto la Arteaga a un ultimo confronto impegnativo, portandola a superare la carica della Lloyd di una sola lunghezza e a tagliare per prima il traguardo.


La Manderfield Lloyd (in maglia rosa e nera) tenta di andare in testa, ma la Arteaga (maglia rossa) la blocca. [Foto: Francesco Rachello ed Eloise Mavian]

Al tramonto, la folla degli spettatori ha continuato ad ammassarsi intorno al circuito prima della gara maschile. I tempi di qualificazione dei dieci atleti migliori sulla griglia di partenza differivano di un solo secondo, quindi era certo che la gara sarebbe stata frenetica.

Il vincitore della settima edizione di Brooklyn Thibaud Lhenry ha guadagnato subito un vantaggio, ma sono stati il londinese Alec Briggs e l'italiano Nicholas Varani a realizzare il primo stacco della gara. Nel gruppo di coda, intanto, il veterano Mario Paz Duque e l'americano Zac Felpel sono stati spronati dalla campana del premio giro e lo stesso Paz Duque ha messo il turbo andando a vincere il suo quarto premio del primo giro consecutivo da Barcellona nel 2014. Una mossa che ha messo in allarme tutti i concorrenti e spinto l'americano Addison Zawada a unirsi al gruppo in testa e ridurre il distacco.


Un felicissimo Addison Zawada alza al cielo il suo trofeo Rockstar come Migliore Antagonista. [Foto: Jack Chevell]

Il distacco tra testa e coda si è ampliato nella seconda parte della gara fino all'ultimo giro, quando si è infine formato un gruppo di testa composto da 31 atleti. Tra i favoriti c'erano Ivan Ravaioli, Paz Duque, Lhenry, Augusto Reati e le sorprese dell'ottava edizione di Brooklyn William Guzman e Raul Torres Pagaza, tutti nel gruppo di testa e tutti possibili aspiranti al podio.

Alla fine è stato Guzman, il più veloce nelle qualificazioni, dopo essere rimasto in attesa per i precedenti 23 giri, a lanciarsi in un eccezionale sprint finale negli ultimi 300 metri, che gli è valso la vittoria.


William Guzman taglia la linea del traguardo dopo un coraggioso sprint e si aggiudica il primo Red Hook Criterium di Londra. [Foto: Jack Chevell]

Nonostante la complessità del tracciato, la gara ha registrato il maggior numero di atleti a tagliare il traguardo, ben 70, più di qualsiasi altra gara nella storia della RHC. C'è ora un pareggio nella classifica generale maschile tra William Guzman e Ivan Ravaioli, entrambi a 59 punti. Thibaud Lhenry salta al 3° posto generale spiazzando Raul Torres Pagaza, che si ferma al 4°. Nella classifica femminile, Ainara Elbusto Arteaga si mantiene saldamente al comando con 79 punti, seguita da Kacey Lloyd e Fleur Faure.

L'appuntamento è per il 5 settembre a Barcellona per la terza fase del campionato in quattro parti.


Reece Wood e George Garnier della 5th Floor Racing di Londra si incoraggiano a vicenda sulla linea di partenza del primo Red Hook Crit di Londra.

Risultati gara maschile
1.     William Guzman (PR)
2.     Mario Paz Duque (CO)
3.     Thibaud Lhenry (FR)
4.     Ivan Ravaioli (IT)
5.     Fabio Scazaratti (IT)
6.     Augusto Reati (IT)
7.     Daniele Callegarin (IT)
8.     Zac Felpel (US)
9.     Roberto Barone (IT)
10.   Raul Torres Pagaza (MX) 

Primo giro (Premio colazione): Mario Paz Duque (CO)
Metà gara (Premio cena): Nicolas Variani (IT)
Giro di qualificazione più veloce: William Guzman (PR)
Miglior Antagonista Rockstar: Addison Zawada (19° posto) (US)


Il Red Hook Criterium di Londra entra nel vivo – 70 atleti termineranno la gara, il numero più alto di tutti i tempi. [Foto: Francesco Rachello ed Eloise Mavian]

Risultati gara femminile
1.     Ainara Elbusto Arteaga (ES)
2.     Kacey Lloyd (US)
3.     Ash Duban (US)
4.     Sammi Runnels (US)
5.     Fleur Faure (FR)
6.     Jo Celso (US)
7.     Jo Smith (GB)
8.     Gretchen Stumhofer (US)
9.     Keira McVitty (GB)
10.   Stefania Baldi (IT)

Primo giro (Premio colazione): Jo Smith (GB)
Metà gara (Premio cena): Ainara Elbusto Arteaga (ES)
Giro di qualificazione più veloce: Ainara Elbusto Arteaga (ES)
Miglior Antagonista Rockstar: Fleur Faure (FR)

*Premio giro: un premio assegnato al primo atleta che supera la linea di arrivo durante un determinato giro. Nella RHC sono previsti due premi, uno per il primo giro e uno per un giro a metà gara.


Nelle puntate precedenti:
La Red Hook Crit a Londra per la prima volta sabato 11 luglio

La Red Hook Crit a Londra per la prima volta sabato 11 luglio

Pubblicato: 3 weeks, 1 day ago | Autore: R* Q | Archiviato come: Rockstar

La Red Hook Crit, la più importante gara ciclistica su circuito che vedrà competere ciclisti su strada professionisti, specialisti su pista, bike messenger e ciclisti urbani su un veloce circuito tecnico con diversi giri, debutterà a Londra sabato 11 luglio. Per la seconda delle quattro gare previste per il campionato 2015, gli atleti gareggeranno nella Penisola di Greenwich, all'esterno della O2 Arena, lungo il circuito che costeggia la riva del Tamigi.

La classifica attuale corrisponde all'esito della combattutissima prima gara di aprile al Brooklyn Cruise Terminal. A Londra torneranno i migliori concorrenti della categoria maschile e di quella femminile. La campionessa del 2014, Ainara Elbusto Arteaga, difenderà la prima posizione dalla professionista francese Fleur Faure e dalle vincitrici delle passate edizioni della RHC Kacey Manderfield Lloyd e Ash Duban. La gara maschile di Brooklyn è stata segnata da una caduta nel gruppo di testa in uno degli ultimi giri, cosa che ha permesso all'italiano Ivan Ravaioli di scalare la vetta e di respingere gli assalti degli inseguitori. I giovani Luis Junquera e Raul Torres punteranno alla pole position, ma tra i partecipanti ci sono diversi atleti che si sono già distinti in passate edizioni della RHC. Si preannuncia, insomma, un evento di livello mondiale. 


[Foto: Jason Sellers]

Il Rockstar Award for Top Antagonist verrà assegnato anche a Londra e andrà agli atleti di entrambe le finali la cui tattica, tenacia e forza hanno maggiormente influito sulla gara, indipendentemente dalla posizione finale raggiunta.

Assistere alla gara è del tutto gratuito e anzi invitiamo tutti coloro che si trovano nei dintorni di Londra a dare un'occhiata a una delle più interessanti gare ciclistiche del mondo. Per ulteriori informazioni, vai su redhookcrit.com o segui i profili ufficiali su Facebook, Instagram, e Twitter. Se vuoi farti un'idea di quello che ti aspetta, guarda il video sotto:

Experience the thrill of high-speed track bike criterium racing on the streets of London when the Red Hook Criterium comes to London’s Greenwich Peninsula on Saturday, July 11th. Free for spectators and accessible via the Jubilee Line. Races begin at 19:30.#redhookcrit #rhcl1 #greenwichpeninsula

Pubblicato da Red Hook Criterium lunedì 6 luglio 2015


Nelle puntate precedenti:
La competizione ciclistica Red Hook Criterium 2015 tra Londra, Barcellona e Milano
Riepilogo Red Hook Crit Brooklyn N° 8

La competizione ciclistica Red Hook Criterium 2015 tra Londra, Barcellona e Milano

Pubblicato: on May 28 2015, 12:06pm | Autore: R* Q | Archiviato come: Rockstar

Per la prima volta in assoluto, la Red Hook Crit sbarca sulla Penisola di Greenwich nello spettacolare circuito sulle rive del Tamigi in occasione della gara inaugurale di Londra dell'11 luglio. Nella seconda fase della competizione, infatti, i primi classificati dell'eccitante gara del mese scorso al Brooklyn Cruise Terminal si scontreranno con speranzosi rivali europei in tre diverse tappe nel Vecchio Continente: l'11 luglio a Londra, il 5 settembre a Barcellona e il 10 ottobre a Milano.


I percorsi sono stati ideati ispirandosi a quelli della Formula 1, per rendere le gare veloci ed eccitanti.

Dopo essersi affermata negli anni come una delle gare ciclistiche più visivamente spettacolari, eccitanti e a più stretto contatto col pubblico, la Red Hook Crit vanta un formato, dei circuiti e delle location internazionali ispirati a quelli della Formula 1, è caratterizzata da una competizione intensa e ogni anno vi partecipano atleti appassionati che gareggiano agguerriti per la singola tappa e per la vittoria finale.


La cerimonia di premiazione sul podio della Brooklyn N° 8. A sinistra, il vincitore del Rockstar Award for Top Antagonist, Chaz Christiansen, con il trofeo in mano si esibisce nella sua miglior imitazione della Statua della Libertà. Foto: State Bicycle.

La Red Hook Crit è diventata per la prima volta una competizione internazionale a più tappe lungo tutto l'anno nel 2013, con gare a Red Hook (l'area dei cantieri navali di Brooklyn), Barcellona e Milano; queste ultime due location sono state scelte dagli organizzatori perché adatte a replicare l'estetica e la cultura della gara originale. L'aggiunta di Londra quest'anno rende la Red Hook Crit l'unica competizione ciclistica su circuito a fare tappa sia a New York che a Londra, riaffermandone la vocazione spiccatamente internazionale.


Il tracciato a Parc del Forum a Barcellona costeggia per lunghi tratti il Mar Iberico e tocca diverse importanti opere architettoniche, esattamente come avviene per la Red Hook originale, che dà sull'Hudson e consente di ammirare, in lontananza, la Statua della Libertà. Foto: Jack Chevell

Il formato della competizione è quello del campionato a punti. I primi 25 classificati di ogni tappa accumulano i punti guadagnati nelle quattro tappe. I punti valgono sia ai fini della classifica individuale che per quella di squadra. Ulteriori punti vengono assegnati per determinati primati, come la prima posizione dopo il primo giro e alla metà della gara. 


Il primatista della metà gara Thibaud Lhenry in vantaggio sul primatista del primo giro Mario Paz Duque (Brooklyn N° 8). Foto: Jason Sellers

La prima tappa del campionato 2015 si è svolta a Red Hook, Brooklyn, il 25 aprile, dove hanno gareggiato tantissimi atleti veloci, competitivi e pieni di talento, dando al campionato un avvio davvero eccitante.

Per quanto riguarda la competizione femminile, Kacey Manderfield Lloyd, rinomata vincitrice della prima Red Hook Crit nel 2008, ha sorpreso tutti qualificandosi in pole position con un tempo di 1:42 (a una media di 43,4 km/h). Ainara Elbusto Arteaga, vincitrice del campionato femminile dello scorso anno, ha condotto una gara aggressiva sin dall'inizio, conquistando i primati del primo giro e della metà gara. Alla fine, con una velocità media di 38,59 km/h, la competizione si è ridotta a uno sprint delle tre atlete, con la Lloyd classificatasi terza alle spalle di Fleur Faure e la Arteaga in cima al podio a confermare il proprio status di atleta da battere anche per quest'anno. Tutte le prime cinque classificate della tappa di Brooklyn sono volti noti alla RHC, ma prevediamo che più d'una europea scompiglierà le carte non appena il campionato sbarcherà nel Vecchio Continente.


Kacey Manderfiled Lloyd e Ash Duban all'inseguimento di Ainara Elbusto Arteaga. Foto: Jason Sellers

Quanto alla gara maschile, il campione uscente Thibaud Lhenry si è qualificato in pole position, sebbene sia stato il suo compagno di squadra Stefan Vis (entrambi gareggiano per la Team Cinelli Chrome) a ottenere il giro più veloce con 1:27.821 (50,31 km/h); Vis però non ha potuto partecipare a causa di un incidente nelle qualifiche. Sin dalle prime battute, il duello fondamentale è stato tra Mario Paz Duque e Thibaud Lhenry, vincitori rispettivamente del primato del primo giro e di quello di metà gara. A tre giri dal termine, però, la gara è cambiata completamente per via della caduta alla curva 10 di Nicholas Varani, terzo in quel momento, che ha messo fuori gioco tutto il gruppetto di testa, compresi due suoi compagni di squadra e diversi favoriti nel pre-gara. Approfittando di questo rimescolamento, Ivan Ravaioli si è lanciato in avanti e non ha più mollato, anche quando, nello sprint finale, Raul Torres Pagaza e Luis Junquera hanno cominciato a guadagnare terreno. Ma Ravaioli è riuscito a tenerli a distanza, anche se di misura, conquistando la sua prima vittoria al Red Hook Crit davanti a decine di migliaia di tifosi urlanti e con una media di 43,76 km/h per i 30 chilometri di gara. 


Una foto a infrarossi sul traguardo con Ivan Ravaioli primo, seguito da Luis Junquera, Raul Torres e William Guzman.

Il tracciato altamente competitivo della Brooklyn N° 8 ha visto anche emergere molti nomi nuovi, con diverse giovanissime sorprese tra i primi 10. Riusciranno queste giovani leve a dire la propria anche nel resto della competizione? Sapranno mettersi alle spalle i veterani e tutti i favoriti che non hanno potuto portare a termine la tappa di Brooklyn? 


Ivan Ravaioli sfreccia accanto alla disastrosa caduta a tre giri dal termine che ha cambiato il volto della gara.

In attesa della prossima tappa di Londra, è ancora troppo presto per fare previsioni: sia i veterani, naturalmente favoriti, sia i nuovi, agguerriti rivali faranno di tutto per conquistare punti e gloria. Continua a seguire la Red Hook Crit su Facebook, Instagram e Twitter per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.

Classifiche individuali: Maschile | Femminile
Classifiche di squadra: Maschile | Femminile


Nelle puntate precedenti:
Riepilogo Red Hook Crit Brooklyn N° 8

Riepilogo Red Hook Crit Brooklyn N° 8

Pubblicato: on April 28 2015, 6:27pm | Autore: R* Q | Archiviato come: Rockstar

L'ottavo Red Hook Crit annuale svoltosi al Brooklyn Cruise Terminal ci ha regalato alcune delle prestazioni più notevoli nella storia della competizione: atleti esperti e ambiziosi novellini hanno lottato per un posto sul podio all'evento iniziale della Championship Series 2015. 

 
Ivan Ravaioli celebra la sua entusiasmante vittoria nella gara maschile d'apertura del campionato Red Hook Crit di questo weekend, al Brooklyn Cruise Terminal. [Foto: Takuya Sakamoto]

La vittoria nella gara maschile è andata a uno dei favoriti, l'italiano Ivan Ravaioli, dopo uno scontro mozzafiato. Nonostante la limitata esperienza nel Crit, Ravaioli si è presentato con un curriculum davvero impressionante, che comprende una partecipazione al World Tour e a gare classiche come la Milano - Sanremo e il Giro d'Italia. Ha mostrato le sue abilità e la sua forza debuttando l'anno scorso a Milano e sconfiggendo lo spagnolo Luis Junquera di pochi centimetri dopo uno scatto bruciante sul rettilineo finale. La gara ha cambiato volto a tre giri dalla fine, quando una caduta ha messo fuori gioco il campione Mario Paz Duque, il principale avversario Chas Christiansen e molti altri dati per favoriti.

 
I vincitori di quest'anno tutti insieme sul podio. [Foto: Takuya Sakamoto]

Uno dei novellini, il messicano Raul Torres, ha chiuso in terza posizione. Il corridore di mountain bike professionista, e campione della competizione del 2014Thibaud Lhenry, si è guadagnato la pole position dopo che il vincitore del Red Hook Crit precedente Stefan Vis, qualificatosi con il tempo migliore, è caduto rompendosi una clavicola. Lhenry ha ottenuto il sesto posto dopo una gara di grande forza. Il Rockstar Games Top Antagonist Award per la gara maschile è stato vinto da Chas Christiansen da San Francisco, in rappresentanza di Mash SF.

 
Ivan Ravaioli supera Luis Junquera di appena una ruota al traguardo.

 
Alfred Bobe Jr. del Team Cinelli Chrome durante la sessione di qualificazione pomeridiana. [Foto: Takuya Sakamoto]

Nella gara femminile, Kacey Manderfield Lloyd, vincitrice del Red Hook Crit inaugurale nel 2008, si è qualificata in pole position e ha chiuso in terza posizione dietro Fleur Faure e alla vincitrice Ainara Elbusto Artega. Con questa vittoria, Artega si è affermata come avversaria da battere nelle competizioni femminili, avendo vinto la competizione femminile nel 2014 dopo essersi aggiudicata i preliminari, aver vinto a Barcellona ed essersi assicurata il secondo posto a Milano l'anno scorso. Ha anche partecipato alla UCI World Cup e ha raggiunto il podio svariate volte ai campionati nazionali in Spagna. I suoi attacchi alla testa del gruppo e l'incredibile forza dimostrata le hanno fatto guadagnare il Rockstar Games Top Antagonist Award, oltre alla vittoria.

 
Artega taglia il traguardo con il podio e la Statua della Libertà sullo sfondo. [Foto: Takuya Sakamoto]

 
Il settimo turno della gara femminile. [Foto: Takuya Sakamoto]

Dobbiamo congratularci con tutti gli atleti che hanno partecipato agli eventi del giorno, compreso Eliud Ngetich, che ha vinto i 5.000 metri con l'ottimo tempo di 14:21. Un grandissimo ringraziamento a tutto lo staff del Red Hook Crit per aver dato vita a questi eventi grazie al loro costante impegno, e ai volontari del Red Hook Crit, senza i quali niente di tutto questo sarebbe stato possibile.

 
Il gruppo di qualificazione maschile 1 sulla griglia di partenza. [Foto: Takuya Sakamoto]

 
Il mezzofondista Eliud "Heldy" Ngetich ha imposto un ritmo spaventoso nella gara dei 5.000 metri che ha preceduto le competizioni maschili e femminili. [Foto: Takuya Sakamoto]


Nelle puntate precedenti:
Rockstar Games presenta l'ottavo Red Hook Criterium a Brooklyn

Rockstar Games presenta l'ottavo Red Hook Criterium a Brooklyn

Pubblicato: on April 20 2015, 12:25pm | Autore: R* Q | Archiviato come: Rockstar

Questo sabato torna il Red Hook Criterium, il più importante criterium per bici da pista al mondo, e Rockstar Games è fiera di essere ancora una volta il suo sponsor ufficiale. 

Originaria del quartiere di Red Hook a Brooklyn, questa corsa è una vera leggenda per la comunità dei ciclisti e tutto il mondo dello sport. Il Red Hook Crit si differenzia dalle classiche gare in bici su strada o pista per la sua struttura unica: gli atleti corrono su un breve circuito "da Formula 1" di 1.25km, su bici a marcia fissa senza freni che di norma vengono utilizzate in velodromi di forma ovale. I partecipanti si sfidano su 24 giri, affrontando curve strettissime, tortuose chicane e superandosi a vicenda per stabilire il vincitore. 

Ecco il programma completo degli eventi:

SABATO 25 aprile (gli orari sono soggetti a modifiche)

Qualificazioni: 12:00 – 15:50
Last Chance Race: 18:00 – 18:30
5K: 19:00 – 19:30
Gara femminile: 20:00 – 20:45
Gara maschile: 21:00 – 21:45 
Cerimonia di premiazione: 22:00 – 22:30

Torna il Rockstar Games Top Antagonist Award per la gara maschile e femminile: verrà assegnato all'atleta che, senza preoccuparsi del proprio risultato finale, avrà influenzato di più il risultato della gara grazie a un mix di tattica, determinazione e forza fisica.

Per gli abitanti dell'area di New York l'ingresso è gratuito a tutti gli eventi del giorno. Ci vediamo in pista!

Per maggiori dettagli visita redhookcrit.com e segui le pagine ufficiali di Instagram, Facebook e Twitter.

Congratulazioni a Eduard Grosu e ad Ash Duban, vincitori della Red Hook Crit Milano e ai campioni della competizione del 2014, Thibaud Lhenry e Ainara Elbusto Artega

Pubblicato: on October 13 2014, 3:17pm | Autore: R* Q | Archiviato come: Rockstar

 
I vincitori della tappa e della competizione riuniti sul podio per festeggiare al termine della competizione ciclistica Red Hook Criterium 2015. Foto di Francesco Rachello.

Il clima di Milano ha retto quel tanto che bastava per consentire ai vincitori di festeggiare all'asciutto. L'ultima tappa maschile della Red Hook Criterium di quest'anno è stata vinta da Eduard Grosu (Romania), mentre nella classifica generale a prevalere è stato Thibaud Lhenry (Francia), arrivato in sedicesima posizione. Ash Duban (Texas, USA) ha invece vinto la tappa femminile, subito seguita da Ainara Elbusto Artega (Spagna), vincitrice della tappa di Barcellona e della manifestazione.


L'icona del ciclismo Luciano Berruti sulla linea partenza insieme agli atleti prima di guidare il gruppo per il giro iniziale, una tradizione della tappa milanese della RHC. Foto di Francesco Rachello.

Per Grosu è stata la seconda vittoria di fila nella tappa di Milano. Una vittoria ancora più preziosa perché al secondo e terzo posto sono arrivati, rispettivamente, Ivan Ravaioli, ex ciclista professionista e debuttante alla RHC, e il vincitore della tappa di Barcellona, Julio Padilla. Nella gara femminile, Fleur Faure è arrivata terza dietro alla Duban e alla Artega. Congratulazioni anche ai vincitori della competizione per squadre, Iride-Demode Sc per gli uomini e Desgena per le donne. Una menzione speciale va al Team Cinelli Chrome per la seconda posizione in classifica generale maschile: Cinelli è un co-sponsor molto appassionato e la qualità ciclistica della sua squadra è notevole.


Il vincitore della tappa, Eduard Grosu, mentre affronta una delle curve più veloci del circuito. Foto di Francesco Rachello.

Essendo quello di Milano un percorso molto veloce, la gara è stata incredibilmente frenetica, con una velocità media di circa 48 km/h mentre il serpentone composto dai 95 corridori si snodava lungo il tracciato. Il comando è stato accanitamente conteso da Evan Murphy, veterano della competizione, Ravaioli e Padilla. Appena dietro c'era Diego Yepez (Messico), i cui costanti attacchi in avanti hanno costretto i vincitori della tappa a mantenere il ritmo sempre molto alto e che gli sono valsi il Rockstar Games Top Antagonist Award.


Ash Duban esulta mentre attraversa il traguardo, guadagnandosi il gradino più alto del podio di Milano. Foto di Francesco Rachello.

Mentre la stagione ciclistica volge al termine, ci fa piacere ricordare quanto sia cresciuta la Red Hook Crit nel corso dell'ultimo anno. Viste le migliaia di spettatori che, nonostante qualche temporale, sono accorsi ad assistere alle gare a New York, Barcellona e Milano e la maggiore copertura da parte dei media e di importanti testate sportive, non vediamo l'ora di scoprire quali sorprese ci riserverà l'edizione 2015. Continua a seguire la Red Hook Crit su Instagram, Facebook, Twitter e Tumblr e tieni d'occhio il Rockstar Warehouse, perché presto saranno disponibili gadget della Red Hook Crit firmati Rockstar.


Un sorridente Diego Yepez si unisce ai vincitori per ricevere il Rockstar Games Top Antagonist Award. Foto di Francesco Rachello.

Nelle puntate precedenti:
La finale della Red Hook Crit Championship Series a Milano
Competizione ciclistica Red Hook Criterium 2014

La finale della Red Hook Crit Championship Series a Milano

Pubblicato: on October 7 2014, 12:30pm | Autore: R* Q | Archiviato come: Rockstar

Dopo l'intenso agonismo mostrato a Barcellona, la Red Hook Crit Championship Series si appresta a sbarcare a Milano il prossimo sabato. La corsa al titolo è ancora molto aperta sia nella categoria maschile che in quella femminile: in entrambi i casi, i primi 15 classificati possono ancora matematicamente ambire al podio finale. 

Nel 2014 la Red Hook Crit ha conosciuto un'importante crescita. Ogni tappa della competizione è diventata più eclettica che mai, con più tifosi, più partecipanti e più eventi che in passato: dalle epiche corse sotto la pioggia della gara di apertura a Brooklyn alla frenetica tappa di Barcellona. Anche Milano contribuirà alla crescita della manifestazione, prevedendo anch'essa una gara femminile, per la prima volta presente in tutte le tappe della Red Hook Crit. 

A Milano, inoltre, si correrà la Last Chance Race: al termine delle qualifiche, una volta stabiliti i partecipanti alla finale, a un ristretto gruppo di partecipanti che non ce l'hanno fatta per un pelo sarà data un'ultima possibilità di guadagnarsi un posto in finale correndo un testa-a-testa da brividi.

Anche il Rockstar Award per il Top Antagonist salirà nuovamente sul podio, andando al corridore che, indipendentemente dalla classifica finale, avrà influito maggiormente sull'esito della gara grazie alla sua tattica, al suo agonismo, o alla mera potenza espressa. 

In bocca al lupo a tutti i partecipanti! Per chiunque si trovi a Milano: è un evento imperdibile e la partecipazione è gratuita! Per seguire la gara dal vivo, è disponibile l'app di Red Hook Crit per iOS e Android. Per ulteriori informazioni, visita il sito ufficiale o cerca su Facebook, Twitter, Instagram e Tumblr


Nelle puntate precedenti:
Un nuovo campione s'impone alla Red Hook Crit Barcelona n. 2

Riposa in pace, Yeardley Diamond

Pubblicato: on September 3 2014, 2:38pm | Autore: R* Y | Archiviato come: Rockstar

Abbiamo appreso la notizia della tragica scomparsa di un membro molto amato e pieno di talento della comunità di GTA. Fernando Agapito Jr. anche noto come Yeardley Diamond era un creatore di video per YouTube capace di vere e proprie meraviglie con il suo GTA IV per PC, essendo l'autore di alcuni tra i più memorabili e apprezzati machinima originali nella storia dei video realizzati dai fan di Grand Theft Auto. Molti di voi ricorderanno alcuni suoi classici come 'Harlem Shake on Rockstar Games', 'Niko’s Yoga', 'Niko’s Dramatic Reaction' (a GTA V), 'GTA IV Gangnam Style' e 'Gentleman'.

Da quando Francis, il fratello di Fernando, ha confermato ieri su Facebook la notizia della prematura scomparsa, esternazioni di lutto ed elogi funebri da parte dei fan di GTA hanno invaso il GTAForums  Reddit e i social media.

Noi di Rockstar Games porgiamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia Agapito e a tutti gli amici e fan di Fernando. Riposa in pace, Yeardley Diamond.

Rockstar Warehouse